Cerca nel blog

domenica 23 ottobre 2011

Ciao Sic!!!



Non ci volevo credere stamattina, non volevo credere a quello che è successo.
Vedevo tutti che correvano la, ho visto Vale voltarsi e Edwards in preda alla disperazione.
Ho visto il casco rotolare via e l'impatto inevitabile.
Ho visto un ragazzo, che pur di rimanere in sella a quel cavallo imbizzarrito, più che cadere e arrendersi, piuttosto che assaporare l'asfalto, ha preferito andare incontro alla dolce signora.
Era un ragazzo come tanti altri, uno di noi. Aveva un'anno solo più di me, cazzo aveva 24 anni.
Me lo ricordo ancora quando vinse il mondiale, quando ancora i suoi occhi guardavano in avanti.
La gioia e la voglia di volare, sulle ali del vento.
Non avere nessun limite e nessun freno, come solo i grandi della storia, solo i miti.
Oggi ho pianto, perchè la sua grandezza mi ha fatto sentire piccolo e fragile.
Perchè lui in quel momento ha raggiunto l'olimpo, solo dove i grandi possono accedere, l'olimpo dell'eternità.
Ora so che lui è la a gareggiare nei tornanti perfetti con Villeneuve, Joey Dunlop e Airton Senna.


Credo che lui ora sia la, stamattina ho pianto, ma perchè ho visto un ragazzo spiegare le sue ali da angelo.
CIAO MARCO!

1 commento:

  1. mi dispiace amore... però hai scritto un bellissimo post :) Ti amo

    RispondiElimina